26 Mar

Avv. Mirko Bandiera

Lo ha stabilito recentemente la Cassazione con la sentenza n.127 del gennaio 2013 che vi allego. Nonostante la difesa dell’imputata lamentava la carenza dell’elemento soggettivo del reato, dopo che il Tribunale del Riesame aveva annullato, a suo tempo, il provvedimento cautelare proprio per l’assenza del dolo, e dopo che il P.G. aveva chiesto il proscioglimento per lo stesso motivo vista l’incapacit√† della badante a svolgere il suo ruolo, la Cassazione ha deciso la questio nel senso indicato.

Lascia un commento